Aguero, carriera a rischio

Aguero, carriera a rischio

Novembre 12, 2021 Off Di Angelo Sorbello
Fresco di cambio di allenatore, con il ritorno a casa del figliol prodigo Xavi al posto di Ronald Koeman, il Barcellona sembra costretto a registrare l’ennesima applicazione in campo calcistico della Legge di Murphy.

Ad un quadro generale già preoccupante in termini di equilibrio economico-finanziario, oltre che tecnico visti i mediocri per non dire disastrosi risultati registrati nella prima parte di stagione, in Catalogna ora si trema anche per il futuro agonistico di Sergio Agüero.

La carriera del Kun sembra infatti a serio rischio, almeno stando all’indiscrezione in arrivo dalla trasmissione ‘El Mati’ su Radio Catalunya e riportata nell’edizione di sabato mattina di “As”.

Le condizioni dell’ex attaccante del Manchester City dopo l’aritmia cardiaca evidenziatasi con il malore subito durante la partita contro il Celta potrebberp infatti non essere compatibili con il proseguimento dell’attività.

Il Barcellona non ha per il momento confermato, ma neppure smentito, la notizia, ma del resto sono trascorse meno di due settimane dalla grande paura vissuta dall’argentino durante la partita di sabato 30 ottobre al Camp Nou contro l’Alaves, quando Agüero era stato costretto a lasciare il campo al 41’ del primo tempo causa di un fastidio al torace, costringendo Sergi Barjuan, ex bandiera del Barcellona e tecnico ad interim in attesa dell’arrivo di Xavi, a sostituirlo con Philippe Coutinho.

Lo spavento per le condizioni di Agüero era stato immediato, prima che sulla salute dell’argentino calasse il comprensibile riserbo in attesa dell’effettuazione degli esami strumentali necessari a fare chiarezza.

Tali esami, ovvero una risonanza e gli stress test, secondo quanto riportato da Radio Catalunya, avrebbero evidenziato un quadro cardiologico più critico del previsto e quindi non compatibile con la prosecuzione dell’attività professionistica.

Classe ’88, Agüero è arrivato a Barcellona la scorsa estate a parametro zero dopo la fine del contratto con il Manchester City, con il quale l’argentino ha vinto dieci edizioni della Premier League diventando anche il miglior marcatore nella storia del club.

Rifiutata la maglia numero 10 dell’amico Lionel Messi, Agüero non è comunque riuscito a incidere nella prima parte di stagione a causa di un infortunio al polpaccio, disputando solo cinque spezzoni di partite tra Liga e Champions League con una sola rete, inutile, nella sconfitta 2-1 contro il Real Madrid. Poi il grande spavento che potrebbe aver posto fine alla sua carriera.