Barcellona, ecco Sergi Barjuan in attesa di Xavi

Barcellona, ecco Sergi Barjuan in attesa di Xavi

Ottobre 29, 2021 Off Di Angelo Sorbello

Prima conferenza stampa da allenatore del Barcellona per Sergi Barjuan, nuovo tecnico blaugrana seppur in via temporanea. Il finora allenatore del Barça B sarà accompagnato dal presidente Joan Laporta, che spiegherà l’esonero di mister Koeman e l’imminente scelta Xavi per sostituirlo a lungo termine. Il primo a prendere la parola è il presidente del Barcellona, Joan Laporta: “Mi piacerebbe ringraziare Ronald Koeman, che lascia il Barcellona con una Copa del Rey in bacheca. Il fatto che non sia restato qui per più tempo è legato ai risultati, la situazione ormai era insostenibile e abbiamo capito che dovevamo agire. Sergi prenderà il timone della prima squadra, apprezziamo molto il suo lavoro e si merita tutta la nostra fiducia”.

Laporta sulla scelta Sergi, aspettando Xavi: “Oggi abbiamo entusiasmo e fiducia. Abbiamo fatto un cambiamento importante, ma la nostra filosofia è chiara e vogliamo ripartire da quel tipo di calcio che ci ha dato i risultati più grandi in tutti questi anni. Sergi conosce questa rosa nei dettagli e potrà lavorare senza problemi. È un tecnico della casa, che sa come si gioca al Barcellona. Il Barça è vivo, sia per quanto riguarda LaLiga sia in Champions. Abbiamo totale fiducia in Sergi”.

Laporta su Xavi: “Non dirò quali opzioni abbiamo per la panchina, non sarebbe professionale e non voglio mettere niente a rischio. Stiamo lavorando per mettere sotto contratto un allenatore”.

Laporta su Koeman: “La relazione con Koeman è ok, il mister ha detto che capiva la nostra decisione e che gli esoneri fanno parte del calcio. La trattativa per risolvere il suo contratto sta andando bene perché noi rispetteremo l’accordo preso”.

Ancora Laporta su Xavi: “Con la Dinamo Kiev sarà Sergi il nostro allenatore. Adesso pensiamo all’Alavés, la partita di domani è quella più importante. Non possiamo perdere il treno per LaLiga… Xavi sta facendo un percorso molto interessante. In tanti mi hanno parlato bene di lui e io mi sento con Xavi molto spesso. Sono due mesi che parliamo, so cosa pensa della rosa attuale del Barcellona e anche cosa dobbiamo fare”.

Laporta sulla lunga attesa prima di esonerare Koeman: “È vero, avremmo potuto decidere prima di esonerare Koeman, mi assumo io stesso tutte le responsabilità. Se guardiamo i risultati, dopo la conferma di Koeman abbiamo battuto la Dinamo Kiev e il Valencia, ma come ho detto la situazione ormai era insostenibile. Eravamo alla deriva”.

Laporta sull’addio di Koeman: “Parlo con Xavi fin dalla campagna elettorale, non abbiamo mai smesso di sentirci, ma gli avevo detto subito che avrei cercato di tenere Koeman fino alla fine del suo contratto. Perché? Perché è un mito del barcelonismo e gli siamo grati, è un uomo del club. L’ho detto a lui stesso, ringrazio ancora Ronald e gli faccio i miei migliori auguri per il futuro. Questa sarà sempre casa sua”.

Laporta sulla trattativa per Xavi: “Sono cose private, intanto a Sergi chiedo di avere ambizione e determinazione. Non deve aver paura di cambiare le cose, perché le soluzioni tentate finora non hanno funzionato”.

Ancora Laporta su Xavi: “Un giorno allenerà il Barcellona, mi fido delle persone che ho vicino a me e che seguono la sua crescita costante”.

13.28 – Adesso è Sergi a prendere la parola: “Ho l’ambizione di vincere sempre, dobbiamo cercare in tutti i modi di ribaltare questa situazione. Se posso apportare qualcosa, lo farò. La prima cosa da fare è tornare a divertirci giocando a calcio. LaLiga è apertissima, dobbiamo fare punti”.

Sergi sul bisogno di sostegno: “Speriamo che i tifosi presenti al Camp Nou possano darci una mano. Dobbiamo stare tutti uniti, non cambieremo il modo di giocare. È facile lavorare con giocatori di così grande talento”.

Laporta interviene nuovamente: “L’allenatore che sostituirà Koeman avrà il nostro totale appoggio. Sergi è un uomo coraggioso, è disposto a guidare il Barcellona finché ce ne sarà bisogno. Se poi verrà un nuovo allenatore, questo avrà il nostro sostegno”.

Sergi sul suo modo di giocare: “Dobbiamo mantenere noi il possesso del pallone e cercare i punti deboli dei nostri avversari”.

Laporta su Jordi Cruyff: “Non ha mai pensato di allenare, anche perché ha una grande relazione con Koeman”.

Laporta su Sergi al posto di Albert Capellas: “Pensavamo che Albert potesse prendere il posto di Koeman ad interim, ma alla fine abbiamo scelto Sergi per il suo percorso e il suo curriculum”.

Sergi sugli acciaccati: “Dembelé ha le sue opzioni di essere convocato, Ansu no. Contro l’Alavés Ansu Fati non ci sarà”.

Sergi sullo stato attuale della squadra: “Per ora ho condotto solo due allenamenti, tutti vogliono mettersi in mostra. Qualche calciatore del Barça B potrebbe entrare nelle turnazioni”.