Bologna, Thiago Motta: “Roma è passata, ora testa all’Atalanta”

Bologna, Thiago Motta: “Roma è passata, ora testa all’Atalanta”

Gennaio 7, 2023 Off Di Angelo Sorbello

A due giorni dalla sfida interna contro l’Atalanta, il tecnico rossoblu Thiago Motta, parlerà in conferenza dalla sala stampa del Centro Tecnico Nicolò Galli. Lunedì sera alle 20.45 infatti gli emiliani affronteranno la squadra orobica tra le mure amiche, dove dovranno far fronte anche a numerose indisponibilità, come quelle di Arnautovic, Barrow, Bonifazi, De Silvestri e Zirkzee. Ecco le dichiarazioni dell’allenatore del Bologna in vista della gara che aspetta i suoi.

Come sta dopo la sconfitta contro la Roma?
“È passato, ora testa all’Atalanta che è una grande squadra, daremo il massimo”.

Come sistemerà il suo undici e l’assenza di Arnautovic? Cosa vorresti in più da Orsolini?
“Sarà il momento per un altro per dimostrare il suo valore. Da Riccardo come dagli altri mi aspetto che migliori su tutto, deve avere attenzione, deve migliorare tecnicamente. mentalmente, saper leggere le situazioni in anticipo, così saremo più squadra. Dobbiamo cercare più velocità e combinazioni veloci e dobbiamo muoverci”.

Come cambia il mercato?
“L’idea è chiara continueremo con questa squadra. Troveremo le soluzioni con i giocatori che possono giocare di più. Per il bene di tutti, dei ragazzi del Bologna e poi trovare giocatori sulla nostra linea per rinforzarci. Vedremo poi. Prima troviamo le soluzioni possibili a quelli che hanno giocato meno tempo in rosa, anche per quelli che devono avere più tempo di gioco per crescere, farà bene al Bologna del futuro. Dopo guardiamo alle ipotesi che possono rinforzarci. Il prima possibile, meglio è. Più qualità abbiamo, meglio è”.

Vignato e Kasius ancora out?
“Vedremo, porteremo chi sarà utile, abbiamo ancora un allenamento”.

Cercherete una punta?
“Aspetteremo chi torna, Marko e Joshua: gli infortuni capitano nel calcio”.

Raimondo e Sansone? Si giocano il posto?
“Si, anche Soriano e Orsolini, Sansone.. vediamo senza una punta possiamo mettere in difficoltà l’avversario. Cerchiamo di andare contro la filosofia di gioco dell’Atalanta”.

Barrow è convocabile?
“Non ancora”.

Quindi non chiedi nulla al mercato?
“Abbiamo avuto sfortuna con gli infortuni, abbiamo altri giocatori che possono risolvere questa situazione aspettando chi manca. Per questo non vedo la necessità di trovare un giocatore in attacco momentaneamente”.

Pyyhtia può essere convocato?
“Dipenderà da lui, ci sono anche tanti altri, vedremo chi giocherà e chi andrà in panchina, lui fa parte di questo gruppo. Sono contento di lui, ci da una soluzione in più a centrocampo, è mancino ci dà una soluzione diversi. Se se lo merita giocherà., non guardo l’età”.

Gasperini? L’Atalanta?
“Uno dei migliori che ho avuto in carriera, l’ho avuto al Genoa e all’inter. Non ha bisogno di sentirsi dire che è un grandissimo allenatore. È una squadra molto aggressiva, quando recupera palla va veloce in avanti,.. affronteremo una buonissima squadra. Dovremo essere pronti. Si sono ripresi dopo il 2-0 a Spezia, non è mai semplice, lo Spezia ha fatto molto bene. Noi dobbiamo pensare alla qualità della squadra avversaria e noi con le nostre caratteristiche dovremmo evitare le situazioni in cui ci possono mettere in difficoltà”.

Arnautovic cosa ti ha detto? È rimasto in campo per generosità?
“Io guardo oggi, non esiste un’altra situazione, gli altri hanno un potenziale enorme. Sappiamo che non avremo Marko per 10 giorni. Mentre lui non ci sarà noi daremo il massimo, dalla prossima con l’Atalanta”.

In difesa? Fai con quelli che hai?
“Mi ripeto, anche i rinnovi di contratto li guardiamo, le soluzioni le prenderemo sempre al punto giusto. Gestiremo tutto al modo possibile, per chi ha giocato meno e le posizioni in cui possiamo rinforzarci. Questi infortuni non cambiano la nostra strada”.

Domiguez è sempre più leader in mezzo al campo?
“Un leader naturale dentro al campo, può migliorare in rifinitura ma lui senza che io glielo dica già lo sa che può crescere. È un giocatore fondamentale per noi”.

Potrai portare dei difensori dalla primavera?
“Amey è infortunato ma appena si riprenderà potrà darci una mano sicuramente”.

Cosa manca a Vignato?
“Deve giocare. In questo momento ha avuto poco tempo in una squadra come la nostra, abbiamo altri giocatori che stanno bene. Ha tantissima qualità, vediamo il suo futuro”.

Un pensiero per Vialli
“Una perdita enorme per il nostro calcio, non ci sono tante parole in questi momenti. Il suo sorriso, il suo farsi volere bene da tutti.. è una grande perdita umana e per il nostro calcio”.