Champions League, il Napoli non si ferma più tris ai Rangers Glasgow

Champions League, il Napoli non si ferma più tris ai Rangers Glasgow

Ottobre 26, 2022 Off Di Angelo Sorbello

E’ davvero un Napoli devastante. Perché contro i Glasgow Rangers è arrivata la dodicesima vittoria consecutiva dei partenopei che l’ultima partita l’hanno pareggiata ad agosto, contro il Lecce. Poi solo vittorie, dal 3 settembre in poi. Dodici successi di fila per battere, oggi, un record che resisteva dalla stagione del primo Scudetto. E’ il segno più tangibile del ritmo che gli azzurri stanno imprimendo sulla loro stagione. Al Maradona è finita 3-0, una vittoria ipotecata già nei primi minuti: decisa da una doppietta di Simeone, rifinita da un colpo di testa di Ostigard. Una partita aggredita fin dai primi istanti nonostante la qualificazione fosse già in tasca dopo le prime quattro giornate.

La Champions ancora una volta s’è trasformata nella vetrina di Giovanni Simeone. Il Cholito sale a sei gol realizzati, uno ogni 60 minuti. Stasera la doppietta è arrivata nei primi sedici minuti, sfruttando prima un assist dalla destra di Di Lorenzo e poi un altro dalla sinistra di Mario Rui. Il centravanti argentino un’altra volta ha sfruttato nel migliore dei modi l’occasione che Spalletti gli ha concesso. Il migliore in campo in un contesto in cui è difficile emergere perché la qualità è altissima. Ndombele in una partita controllata dall’inizio alla fine ha mostrato piedi da trequartista nel fisico di un incontrista. Da studiare anche i terzini: Di Lorenzo ha giocato da mezzala più che da laterale, Mario Rui da ala più che da esterno bassa. E’ l’evoluzione di un Napoli che gioca col 4-3-3 solo sulla carta, perché poi si evolve sulla partita mettendo in luce infinite possibilità.

C’è poco da dire sui Glasgow Rangers, sparring partner in una partita che hanno solo subito. Ci sarà invece ancora da dire tra sei giorni ad Anfield. E questa è l’unica beffa perché cinque vittorie e 20 gol realizzati non bastano per la certezza del primo posto. Il Napoli dovrà evitare di perdere male sul campo del Liverpool: in pratica, conserverà il primo posto fino a un passivo con tre gol di scarto. Difficilissimo visto come sta giocando in queste settimane la squadra di Spalletti, non impossibile pensando alle magie che il Liverpool sa creare nel suo tempio.