Empoli, Andreazzoli: “Con il Venezia dobbiamo ripartire”

Empoli, Andreazzoli: “Con il Venezia dobbiamo ripartire”

Gennaio 15, 2022 Off Di Angelo Sorbello

Allo stadio Carlo Castellani di Empoli, si è tenuta la conferenza stampa di Aurelio Andrezzoli. L’Empoli, dopo aver perso in casa col Sassuolo, è chiamato alla riscossa sul campo del Venezia. Si riprende dopo la partita sfortunata col Sassuolo. Questo è un momento particolare, forse deve gestire una situazione più complicata. “Non è stato un risultato sfortunato ma meritato, perché non siamo capaci di contrapporci al Sassuolo. La partita si era rimessa abbastanza bene, a cavallo tra primo e secondo tempo, poi è arrivata l’espulsione che ha chiuso la partita. In realtà abbiamo perso quella gara sotto ogni punto di vista. Si tratta di un episodio che vogliamo metterci alle spalle, ponendo la massima attenzione. A volte trovi squadre che giocano meglio di te, bisogna lavorare con la solita attenzione cercando di migliorare un passo alla volta. Il Venezia è una squadra ostica, a cui dobbiamo prestare la massima attenzione”. Empoli-Venezia è ancora uno scontro-salvezza? “Io non abbandono il discorso salvezza, è comunque il nostro obiettivo. Sono stati bravi i ragazzi e la classifica non ce l’hanno regalata, ma va conquistata. Abbiamo seminato molto e vogliamo raccogliere”. Lei aveva definito “pastosa” la gara dell’andata. Cosa va cambiato rispetto all’interpretazione? “Nella partita di andata feci mea culpa, ora è difficile paragonare le due situazioni. L’abbiamo naturalmente studiata di nuovo per avere le idee ancora più chiare” Come stanno i ragazzi? “Romagnoli sta bene, farà parte del gruppo. Sulla sinistra vediamo, abbiamo fuori Parisi e Marchizza, dobbiamo decidere. Vediamo domani come ci presentiamo. Difesa a tre? Potrebbe essere, non abbiamo ancora deciso”. Quanto le dispiace non avere tutti a disposizione in un momento così importante del campionato? “Mi dispiace molto. Poi c’è anche la bella vetrina dell’infrasettimanale che ci creerà qualche problema. Quando il numero è limitato si va in sofferenza e mi dispiace. Anche perché sia per la classifica che per le soddisfazioni personali, in una settimana così impegnativa con tre gare avere la rosa al completo ci piacerebbe molto contare su tutti, ma che non so se sarà possibile farlo. Avremo il numero minimo dei calciatori, faremo il meglio possibile”.