Empoli, Andreazzoli: “Dobbiamo riprendere a vincere”

Empoli, Andreazzoli: “Dobbiamo riprendere a vincere”

Aprile 8, 2022 Off Di Angelo Sorbello

In sala stampa dello stadio Carlo Castellani di Empoli l’allenatore dei toscani Aurelio Andreazzoli presenta la gara di domani contro lo Spezia. Che partita sarà con lo Spezia, da pancia o da testa? “Tutte e due. La testa ci vuole ma senza pancia noi non andiamo da nessuna parte” Sta meglio lo Spezia adesso? Voi siete impauriti? “A me non sembra che siamo impauriti, anche con la Fiorentina abbiamo giocato. Mi sembrano molto vogliosi i ragazzi, anche durante la settimana. La situazione è cambiata dal punto di vista della classifica tra le due squadre. Tra noi e loro c’è un differenziale di 19 punti da allora. Loro hanno fiducia ed entusiasmo, ma nemmeno a noi mancano”. Empoli arbitro dello scudetto la stuzzica? “Mi stuzzica molto la partita di domani, non guardo più in là. Un po’ per non distrarmi, poi perché mi piace pensare a una partita per volta”. Come sta Tonelli? “Tonelli si deve operare ma è stato con noi tutta la settimana. Ci dispiace molto perché è un punto di riferimento, sia sotto l’aspetto dell’esperienza che dell’agonismo. Mi spiace perché è capitata questa cosa, è il terzo infortunio importante che subiamo”. Con Accardi parlammo del lungo periodo in cui manca la vittoria. Rimane un assillo? “Il fatto di sminuire ciò che abbiamo fatto è un pericolo, però dire che non c’è pesantezza rispetto al risultato pieno sarebbe negare la realtà. Tutte le domeniche giochi per vincere, quando non riesci a farlo ti viene a mancare qualcosa. Ma come ho detto tante volte, vogliamo esprimere il massimo e quasi sempre lo abbiamo fatto. Dobbiamo guardare tutte le situazioni da migliorare, di più non possiamo fare. Noi domani ce la metteremo tutta perché cercheremo il risultato pieno, se non viene sarà importante non perdere”. Avete subito poco dal punto di vista difensivo nelle ultime partite, ma segnate meno. Si aspetta qualcosa in più dall’attacco?,“Tutte le squadre hanno una necessità assoluta che è il pensiero dell’allenatore, ma anche quelle di essere talvolta spregiudicate e altre equilibrate. La coperta è corta, se tiri da una parte si accorcia dall’altra. Ora ci siamo dati teoricamente un corredo in più, adesso bisogna cercare di incrementare il resto. Poi finisce la teoria e comincia la realtà e vediamo se funziona”. Quest’anno l’Empoli poco fortunato con gli arbitri? “La storia del campionato è inutile starla a ripetere, di arbitri ne abbiamo parlato anche troppo”. Si aspetta una tifoseria calorosa e molto presente? “So che la vendita a prezzo di favore sta andando bene, contiamo sul calore dei nostri. Già nell’ultima partita col Verona si è sentito e molto, e sarà un bell’aiuto”.