Germania, Flick: “È stata una bella partita”

Germania, Flick: “È stata una bella partita”

Giugno 5, 2022 Off Di Angelo Sorbello

Hans-Dieter Flick. Il commissario tecnico della Germania, dalla sala stampa del Dall’Ara, commenta il match di Nations League contro l’Italia che s’è concluso da pochi minuti. “Abbiamo iniziato bene la partita, poi dopo 15-20 abbiamo perso un po’ il filo. L’Italia ha disputato una buona partita e noi abbiamo commesso troppi errori in fase di costruzione. C’è mancata intensità e compattezza difensiva, questi sono i punti su cui bisognerà migliorare per disputare martedì una partita migliore”. La Germania rimane imbattuta, ma sarebbe bello vincere contro una grande Nazionale. Prestazione non sufficiente? “Sono d’accordo. Oggi non abbiamo applicato bene ciò che invece avevamo provato durante l’allenamento, decisivo sarà ora il percorso che ci porterà al Mondiale: ci alleniamo bene, ma non riusciamo a fare lo stesso durante le partite. L’Italia sembrava più navigata e coesa rispetto a quanto ci aspettassimo, positivo che abbiamo pareggiato subito. Il resto meno e andrà analizzato. Nota di merito per la Nations Leaque perché questa competizione ci permette di affrontare sempre avversarie molto valide”. Perché si sono accumulate le distrazioni dopo 15-20 minuti? “Difficile da dire, è capitato in entrambe le fasi di gioco. Tutti questi errori ci sono stati e cercheremo di analizzare il perché durante le prossime sedute tecniche. Quando le cose non vanno come si vuole tutti sono sotto un punto di domanda, ma oggi la nostra prestazione è stata negativa in generale, possiamo e dobbiamo fare di più. Oggi ci è mancata intensità e la nostra solita precisione”. Quando analizzerà questa gara con la squadra? Martedì si gioca di nuovo? “Il tempo c’è, siamo un team rodato e non sprechiamo tempo. Abbiamo 2-3 giorni e dobbiamo fare in modo che la squadra ricarichi al meglio le batterie: se poi qualcuno non sarà al 100%, prenderemo altre decisioni in merito a chi scenderà in campo”. Cosa pensa di questa Italia sperimentale? Chi l’ha colpita? “L’Italia è una Nazione che vive e respira di calcio, sono sempre in grado di mettere in campo grandi prestazioni. Dal punto di vista difensivo sono solidi e sono rodati in attacco, stimo Mancini e mi piace il modo in cui l’Italia ha giocato al Mondiale, tutti pian piano siamo diventati tifosi dell’Italia durante l’Europeo per come giocava. L’Italia ha tutto per ripartire e ricostruire un nuovo importante ciclo”. Oggi non ci sono state vere occasioni da gol, Sané e Werner non sono entrati in partita. Sta perdendo la pazienza? “No, assolutamente no. Io non amo le scuse ma tutte le squadre sono in una situazione difficile a livello di calendario. Oggi siamo mancati in termini di intensità ma non sono così tragico nella mia analisi: torneremo a fare gol, del resto uno già stasera l’abbiamo fatto”. Splendida atmosfera allo stadio oggi al Dall’Ara. Vorrebbe lo stesso sostegno anche in Germania? “Sì, oggi l’atmosfera era davvero magnifica ma noi non possiamo certo lamentarci dei nostri tifosi. Sono sicuro che anche a Monaco di Baviera i tifosi ci sosterranno ma è anche vero che la squadra dovrà dare il 100% per sostenere i nostri tifosi”. Come ha visto Sané? E’ arrivato Reus in ritiro? “Sì, è arrivato e oggi si allenato bene, d’ora in avanti credo sarà pronto. Su Sané, sapete che non parlo mai delle prestazioni dei singoli giocatori”.