Germania, Flick: “L’Italia è un avversario temibile”

Germania, Flick: “L’Italia è un avversario temibile”

Giugno 3, 2022 Off Di Angelo Sorbello

In conferenza stampa Hans-Dieter Flick il commissario tecnico della Germania presenta la sfida di Nations League contro l’Italia che andrà in scena domani sera al Dall’Ara di Bologna, a partire dalle 20.45. “Ha inizio questo percorso in Nations League, vedo tutti molto motivati, tosti. Non vedono l’ora di giocare questa partita”. Si aspetta uno sviluppo da Kimmich? “Me lo aspetto da ogni giocatore. In questi giorni abbiamo parlato con ogni giocatore, su cosa devono fare. Dobbiamo essere chiari, anche sul modulo: abbiamo spiegato delle cose ai giocatori, speriamo loro lo vedranno allo stesso modo”. Che avversari vi aspettate domani? “Non è facile da valutare. Mancini ha mandato via alcuni giocatori, ne ha convocati altri giovani che sono motivati. Non so se sia un vantaggio per noi o per l’avversario ma lui ha fatto un lavoro fantastico col suo team dopo il Mondiale in Russia, hanno vinto l’Europeo e tutti siamo stati tifosi dello spirito che hanno fatto vedere. Noi cercheremo di metterli sotto pressione, così vogliamo giocare”. I calciatori non giocano da tre settimane, è un problema? “Non è facile, abbiamo provato in ritiro a simulare il ritmo partita. Non sarà facile, anche perché a Bologna ci saranno 30°: per fortuna ci sono le cinque sostituzioni e poi tutti vogliono vincerla”. Iniziate da domani a preparare il Mondiale? “Noi ci stiamo preparando da tanto tempo, non da oggi. Dal primo meeting sappiamo dove vogliamo andare e come vogliamo migliorare, vogliamo appartenere ai migliori. Non so come saranno le prossime quattro partite, ma cercheremo di vincerle tutte e quattro. Abbiamo le qualità e vediamo come possiamo ulteriormente migliorare”. Che partita giocherete contro l’Italia? “Partite di questo livello, a visto aperto, è un’altra cosa. Sono curioso di vedere l’approccio, l’atteggiamento. Dobbiamo dare il 100%, vogliamo essere ben preparati e far vedere il nostro gioco. Vogliamo entusiasmare i tifosi, così cercheremo di giocare”. Che consiglio dà a Gnabry che non ha ancora rinnovato col Bayern? “Serge può giocare in attacco in varie posizioni, è molto flessibile. Dopo Lewandowski è lui quello che ha fatto più gol in Bundesliga: lui saprà cosa fare, si sente bene al Bayern, poi sarà lui a valutare le sue ragioni. Aspetto ambientale, economico, il futuro: questi sono tutti aspetti che lui valuterà. E’ un grandissimo giocatore, ci pensa al suo futuro e ha ragione e io ho pochi consigli da dargli. Io spero che possa giocare in un club, in un campionato, dove può far valere le sue qualità”. Come vede il suo attacco? “Noi non dobbiamo nasconderci, siamo contenti dei giocatori a disposizione e abbiamo tanti giocatori che possono ricoprire più ruoli. Questo è un grande vantaggio per noi e siamo contenti di questa flessibilità”. Come sfrutterai la rosa? “Domani a Bologna ci saranno 30°, la rigenerazione sarà molto importante. Martedì affrontiamo a Monaco di Baviera contro l’Inghilterra e prenderemo delle decisioni: però noi vogliamo giocarla con i nostri migliori giocatori”. Come si spiega la mancata qualificazione dell’Italia al Mondiale? “Tutti quanti siamo stati sorpresi per la mancata qualificazione dell’Italia al Mondiale, Mancini ha fatto un lavoro fantastico con l’Italia e io credo che se c’è fiducia in Mancini sia giusto andare avanti con lui. Io gli posso solo fare un grosso in bocca al lupo, lui ha le qualità per riportare l’Italia in alto e ripetere il successo dell’Europeo”.