IL BARCELLONA VINCE DI MISURA GRAZIE CON I SUOI DUE PILASTRI

Il Barcellona riesce a confermare il primato del girone G a punteggio pieno. Dopo le vittorie convincenti con Frencvaros e Juventus, arriva anche questo successo contro la Dinamo Kiev, questa volta però molto sofferto e non senza problemi. Alla fine però la partita del Camp Nou finisce 2-1 per i catalani.

Gli ucraini arrivano decimati a questa gara prestigiosa contro Messi & Co., sono ben 13 gli assenti tra contagi e squalifiche, Lucescu deve far esordire il giovanissimo terzo portiere Neshcheret per via delle tante assenze. Dopo appena 5 minuti, Messi viene atterrato in area di rigore da Popov, la Pulce si presenta sul dischetto e porta in vantaggio i blaugrana. Nei minuti successivi però il Barcellona rischia più volte il pareggio ed è bravo Ter Stegen, al suo rientro dopo l’infortunio al menisco, a tenere a galla i suoi. Al 65esimo minuto ci pensa Piqué a portare il risultato sul 2-0, grazie ad un ottimo stacco di testa su assist del baby talento Ansu Fati. Dopo tanti tentativi però la Dinamo Kiev riesce a trovare la rete della speranza con Tsygankov, che sfrutta una ribattuta dopo un ottimo intervento ancora del solito Ter Stegen.

Partita che il Barcellona si è reso difficile e che ha rischiato più volte di pareggiare, ma che grazie ai suoi due pilastri, Messi e Piqué, riesce a portare a casa confermando la testa del gruppo a +3 dalla Juventus . Rimangono invece ad un punto, come del resto il Frencvaros, gli ucraini al terzo posto in classifica.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: