Inter, Gosens: “Gara comunque importante. Voglio restare all’Inter”

Inter, Gosens: “Gara comunque importante. Voglio restare all’Inter”

Ottobre 31, 2022 Off Di Angelo Sorbello

Gosens il giocatore scelto dall’Inter per presentare la gara di domani contro il Bayern Monaco insieme a Simone Inzaghi.

Cosa significa per te essere qui in questo stadio, in Germania? Pensi di aver avuto il giusto spazio, se pensi che la tua stagione finirà all’Inter?
“Tante domande… Sicuramente è una emozione forte essere qui, abbiamo giocato qui l’Europeo con la Germania e ho fatto gol al Portogallo, da lì è cambiata la mia carriera ed è stato uno dei momenti più belli vissuti. Ovviamente un giocatore vuole sempre giocare, però non è sempre così facile, non c’è solo un motivo per cui sto giocando meno: c’è stato un lungo stop e c’è stata la sottovalutazione del mio infortunio da parte mia, però in questo momento è importante che mi sento bene, mi sento quasi il vecchio Robin che ero prima. Sto bene e spero di trovare più spazio, però c’è anche da accettare che la squadra gira bene e che Dimarco sta bene, devo lottare per il momento che arriverà”.

Come vedi la gara di domani?
“Per me è importante, per la squadra, non saremo la stessa dell’andata. Siamo cresciuti molto bene e sarà bello misurarsi con uno dei top team in Europa. Non vedo l’ora, per me è una partita speciale, ho ricordi bellissimi in questo stadio. Qui la mia vita ha preso un’altra strada, dopo la partita col Portogallo. Ho la pelle d’oca se ci ripenso, è una partita speciale per me, ho tanti amici e conoscenti che verranno. È già tutto deciso se guardiamo al girone, ma la Champions non vedo l’ora di giocarla”.

Pensi di essere a rischio per il Mondiale?
“Il rischio c’è, al Mondiale vanno i giocatori che fanno bene nella società in cui giocano. Però ho fatto bene in Nazionale, l’unica cosa che posso fare è continuare ad allenarmi bene quando entro e quando posso farmi vedere, spero che il ct lo veda”.

Che partita ti aspetti domani? Il Bayern non sottovaluta nessuna gara…
“Sarà anche domani così, è una bellissima sfida per noi, per vedere a che punto siamo. Siamo un’altra squadra rispetto alla gara di andata, siamo cresciuti e adesso sono molto curioso di vedere domani come siamo capaci di gestire una delle squadre più forti al mondo in questo momento, sarà una bellissima sfida anche se è meno interessante a livello sportivo”.