Inter, Simone Inzaghi: “Lukaku non ci voleva proprio”

Inter, Simone Inzaghi: “Lukaku non ci voleva proprio”

Ottobre 31, 2022 Off Di Angelo Sorbello

Senza Lukaku, e non solo, l’Inter si prepara alla gara di domani contro il Bayern Monaco, ininfluente ai fini del girone di Champions League. In conferenza stampa Simone Inzaghi presenta la gara.

Tocca a Inzaghi: in cosa è cambiata la squadra rispetto all’andata?
“Rispetto a settembre siamo messi meglio, è cresciuta la condizione dei singoli. Domani non conta per il girone, ma sarà una partita in un bellissimo stadio, contro una delle migliori d’Europa. Vogliamo fare una gara seria, organizzata, sapendo che ci saranno delle difficoltà, troviamo una squadra molto molto forte, con una rosa profonda”.

Pensa mai al fatto che, senza il gol divorato al Camp Nou nel finale, questa gara poteva valere il primo posto?
“È normale pensarci”.

Come sta Lukaku?
“Ha avuto un problemino alla cicatrice, nella partita di sabato quando è entrato. C’è stato un comunicato da parte della società, dovrà rimanere a riposo qualche giorno e poi verrà rivalutato a fine settimana. È un rallentamento che non ci voleva, ci stava dando dentro tanto in questo periodo, speriamo di poterlo riutilizzare prima della sosta. Brozovic speriamo che possa tornare domenica, poi si è fermato D’Ambrosio che non lo avremo fino a dopo la sosta”.

Quanto la gara con la Juventus influenzerà le scelte di domani?
“Sappiamo che partita abbiamo domenica, qualcosa cambierò ma non troppo. Oggi abbiamo fatto qualcosa sul campo, ma non troppo. Secondo me la squadra sta dando ottime risposte”.

Mkhitaryan può giocare dietro Correa?
“Dzeko ha preso una botta, Correa sta bene, Lautaro sta bene, in più abbiamo due ragazzi della Primavera che ci possono dare una mano”.

In porta?
“Giocherà Onana, Handanovic non è disponibile, sono passate tre settimane dal suo stop e da quando torneremo in Italia lavorerà per tornare a disposizione”.

Domani può essere la gara di Asllani anche per dimenticare l’errore di Barcellona?
“Al di là di quell’episodio che è alle spalle, Asllani sta crescendo tanto e mi sta mettendo in difficoltà. Da play sta facendo bene Calhanoglu, domani valuterò se da mezzala o da regista può essere la partita giusta per Asllani”.