Inter, Simone Inzaghi: “Questa è una sfida molto importante”

Inter, Simone Inzaghi: “Questa è una sfida molto importante”

Aprile 18, 2022 Off Di Angelo Sorbello

Simone Inzaghi, presenta la sfida di domani con il Milan in Coppa  Italia in conferenza stampa. Come arriva la squadra a questo speciale appuntamento? – “Arriva carica e motivata, sappiamo dell’importanza della sfida e ciò che rappresenta per noi. Arriviamo da tre vittorie di fila e siamo pronti” Escluderà Lautaro Martinez per motivarlo ancora? – “Ho sempre tanti dubbi, ogni giorno. Mancano ancora due allenamenti e cercherò di scegliere il meglio. La Coppa Italia va separata dal campionato, siamo in corsa su entrambe e vuol dire che stiamo facendo bene, avendo anche vinto la Supercoppa a gennaio”. Almeno un derby stagionale si poteva vincere? – “Questo è il quarto, domani vogliamo vincere perché l’obiettivo è la finale di Coppa. Potevamo ottenere di più in precedenza, ma gli episodi sono determinanti e dovevamo essere bravi a indirizzarli nel momento giusto”. Che cosa vuole di più per concretizzare l’obiettivo? – “Quando conosci l’importanza del gol in trasferta, bisogna prenderlo in considerazione. Bisognerà stare attenti e concentrati, anche eventualmente per i supplementari”. Cosa pensa della regola dei gol in trasferta, ancora attiva in Italia? – “Se ne era discusso, bisognava omologarsi, ma andremo avanti così e lo accettiamo. Non avendo segnato all’andata, dovremo tenerne conto per domani sera”. A Roma ci ha messo meno a vincere un derby, domani il momento giusto per farlo anche qui a Milano? – “Il nostro pubblico ci trascinerà come contro il Verona. Domani non saremo soli, i tifosi ci aiuteranno”. Il fatto di non averne ancora vinto uno può essere una molla emotiva? – “In campionato abbiamo giocato due derby molto bene, all’andata sapevamo del gol in trasferta e ci ha bloccato. Avremo una grandissima occasione da sfruttare nel migliore dei modi”. Avete ritrovato il passo: questo derby che effetti avrà nella corsa scudetto? – “Vale una finale, ma ripeto che sono due competizioni diverse. Domani daremo priorità assoluta alla partita, una volta finita, indipendentemente dal risultato, ci concentreremo con motivazioni e pensieri sulla Roma e sul nostro campionato”. Chi oggi riesce a sostituire meglio Brozovic. Si è già confrontato con la dirigenza per colmare la lacuna di un suo vice in rosa? – “E’ un giocatore importante, lo hanno sostituito Barella, Calhanoglu, Vidal a Liverpool. Abbiamo elementi di grande valore che hanno dato il massimo. Probabilmente, parlando con la dirigenza, prenderemo qualcuno. Vedremo a fine stagione”. Quando serve vincere, alla fine ci riuscite: lo farete anche domani? – “Sappiamo che dovremo fare la partita per vincere. E’ lunga e con la Lazio l’ho già sperimentato dopo uno 0-0 all’andata. Spenderemo tante energie, serve l’approccio giusto”. Ad oggi qual è la sua coppia d’attacco titolare? – “Ho cinque attaccanti, tutti in ottimo stato e che meriterebbero per questo di giocare. Possono giocare tutti, con tutti. Sceglierò la soluzione migliore, la scelta degli attaccanti dipende sempre dal tipo di partita. Dzeko e Correa hanno fatto un ottimo lavoro con il Verona, Lautaro e Sanchez sono entrati e hanno segnato entrambi. Dipende sempre dal match e da come questo evolve”.