Milan, Pioli: “Dobbiamo riscattarci dopo Torino”

Milan, Pioli: “Dobbiamo riscattarci dopo Torino”

Novembre 1, 2022 Off Di Angelo Sorbello

È vigilia per il Milan: domani alle 21:00 a San Siro ci sarà la sfida decisiva per la qualificazione agli ottavi di Champions League. Stefano Pioli presenta la sfida in conferenza stampa.

Far bene domani sera significherebbe riscattare Londra e Torino?
“Significherebbe tanto, è il nostro obiettivo stagionale e ci siamo guadagnati questa possibilità. La squadra sa gestire questi grandi impegni, abbiamo giocato partite importanti e pesanti. Siamo delusi per domenica, ma, come ha detto Tonali, c’è solamente grande concentrazione per la partita di domani”.

Domani non si penserà al pareggio…
“Non siamo capaci di gestire il pensare di andare in campo risparmiano energie e con un atteggiamento di attesa. Siamo portati ad attaccare e dobbiamo farlo bene, con compattezza ed equilibrio; il Salisburgo può essere pericoloso in ripartenza, ma dobbiamo giocare come sappiamo”.

Cosa le ha detto la squadra post rinnovo?
“Mi sono segnato chi mi ha fatto i complimenti e chi no (ride, ndr). Sono contentissimo di questo rinnovo, ho ringraziato i dirigenti e i calciatori, perché senza di loro questo non sarebbe stato possibile. Questo è un momento per dimostrare che il percorso che abbiamo fatto ci fa crescere. Ci teniamo tanto a passare”.

Su quali trappole hai allertato la squadra?
“Dobbiamo mettere in campo la migliore prestazione possibile, il resto lo conosciamo, comprese le qualità dei nostri avversari. Noi dobbiamo giocare col nostro modo di stare in campo”.

Questo Milan può fare a meno di Leao all’intervallo?
“Leao è un grandissimo giocatore, domani sarà al pieno della sua condizione”.

Qui a Milanello c’è la statua di Nereo Rocco. Con il rinnovo. compiuto potrebbe superarlo…
“Mi sono regalato questo sogno e voglio continuarlo”.

Come hai visto Leao?
“No, assolutamente no. L’ho visto bene, sorridente e concentrato. È stato abbastanza facile analizzare la partita di domani. Se i nostri avversari si aspettano che ripeteremo la partita di Torino rimarranno delusi”.

Il rinnovo è arrivato dopo il Torino e prima del Salisburgo: che significato ha?
“Ho apprezzato tanto questa cosa. La società poteva allungarmi il contratto di un anno, ma l’ha fatto con tempi più lunghi. È un segnale della nostra visione, della nostra collaborazione, per cercare di far sempre più grande il Milan. Ho apprezzato tanto il rinnovo e non posso che ringraziare la proprietà. Mi sono sempre sentito stimato e apprezzato”.

Dopo una sconfitta quasi mai sei incappato in un’altra sconfitta. Domani perché dovrebbe continuare questo trend?
“Perché siamo una squadra forte, abbiamo valori e tante motivazioni. Conosciamo le difficoltà della partita. Il Salisburgo non ha mai perso fuori casa. Abbiamo giocatori e forti e giochiamo questa partita davanti ai nostri tifosi: ad oggi ti posso dire che abbiamo tutte le carte adatte per fare bene”.