Milan, Pioli: “Vialli era un amico di tutti quanti”

Milan, Pioli: “Vialli era un amico di tutti quanti”

Gennaio 7, 2023 Off Di Angelo Sorbello

Dopo l’esordio vincente nel 2023 in quel di Salerno, il Milan riaccoglie per il nuovo anno i suoi tifosi a San Siro ospitando la Roma, nella sfida valida per la 17esima giornata del campionato di Serie A e in programma domani alle 20:45. Stefano Pioli presenta il match in conferenza stampa:

Cosa le rimane dell’esempio di Vialli?
“Con Gianluca ho giocato nell’U21, l’ho marcato spesso e ci siamo affrontati tantissime volte. Perdiamo un campione, di sport e, soprattutto, della vita per tutti i valori che ha sempre trasmesso, di persona generosa, coerente, tenace. La tristezza è forte, faccio le più sentite condoglianze alla famiglia e ai suoi cari. Luca è stato tanta tanta roba”.

Che Roma sia aspetta?
“La Roma è una squadra forte, completa, ha qualità offensive importanti e fisicità. Ha perso negli ultimi col Napoli e vinto con l’Inter, la rispetteremo tanto. Poi ci siamo noi, la nostra volontà e la nostra determinazione. Torniamo a giocare a San Siro e lo faremo con entusiasmo e con energia”.

Bollettino medico
“Domani saremo gli stessi di Salerno, gli stessi convocati. Spero di recuperare qualcuno in vista della Coppa Italia”.

Come ha visto De Ketelaere?
“Lo vedo bene, lo vedo pronto dal punto di vista fisico e mentale. Ci faccio grande affidamento”.

Tanti gol sbagliati a Salerno…
“Possiamo fare sicuramente meglio, perché sappiamo quanto sia importante sbloccare le partite, anche se già lo facciamo spesso ad inizio gara. Per la qualità dei miei giocatori qualche gol in più bisognerà pur segnarlo”.

Ti preoccupa la gestione di Giroud considerando le tante partite in programma?
“No, perché sta molto bene fisicamente e mentalmente. Poi è chiaro che ci saranno tantissime partite e ci sarà bisogno di tante giocatori. Sto vedendo atteggiamenti positivi da parte di tutti”.

Ci credete di più ora che siete a -5 dal Napoli?
“Non è cambiato tanto con una partita. Non siamo lì a contare i punti di distacco. Noi dobbiamo fare la nostra corsa e servono tanti punti per vincere lo Scudetto. Pensiamo a giocare bene, ad alzare il livello e a vincere domani”

Mourinho l’anno scorso disse che era stato un piacere tremendo dire no al Milan, mentre per lei…
“Ognuno può esprimere le sue opinioni. Il Milan per me è stato una grande occasione e me la giocherò al massimo fin quando potrò”.

Quando rientra Maignan?
“Non abbiamo tempistiche, non dobbiamo correre rischi e non so dire se saranno due, tre quattro o cinque settimane. Il muscolo non risponde come dovrebbe, ora non posso dire quando lo avremo”.

Ha parlato con Devis Vasquez?
“L’ho visto stamattina, bella presenza e bella personalità. Oggi si è allenato in minima parte, domani si allenerà ancora e poi vedremo per le prossime partite quale sarà la sua condizione e quali saranno le sue scelte”.

Possono giocare Vranckx e Thiaw?
“La possibilità c’è in ogni singola partita, ma credo che in questo momento dare continuità può essere la scelta giusta. Sono due ragazzi che hanno qualità e disponibilità, sono pronti per giocare”.

La chiave di Salerno è ritrovare la fascia destro?
“Calabria è intelligente, pulito nella giocata, con lui possiamo uscire meglio dalla pressione avversaria. È molto importante per la nostra fase di costruzione”.