Milan, si presenta Maignan: “Il Milan è un grande club. Voglio dare il mio contributo”

Milan, si presenta Maignan: “Il Milan è un grande club. Voglio dare il mio contributo”

Luglio 30, 2021 Off Di Angelo Sorbello

Al centro sportivo di Milanello è stata presentato il nuovo portiere rossonero Mike Maignan acquistato dal Lille a giugno. Hai avuto modo nei primi giorni di Milanello di avvertire l’aria familiare che si respira? “Sentito da subito questa bellissima atmosfera, sono stato accolto bene, si respira professionalità, dobbiamo tutti contribuire a fare bene per questo storico club”. Ti hanno fatto piacere i complimenti di Papin? “Sono orgoglioso e Papin ha contribuito alla storia del Milan, lo ringrazio per i complimenti ma il titolo di campione di squadra l’abbiamo vinto tutti insieme”. Avverti pressione per essere il dopo Donnarumma? “E’ sempre stato fatto un grande lavoro al Milan e anche Donnarumma ha dato un contributo al club, è un grande portiere, ma io inizio con la mia storia al Milan. Lavorerò duramente come ha fatto lui. Ho avuto contatti con Dida, potrà aiutarmi moltissimo a progredire nel mio percorso personale”. Descrivi le tue qualità tecniche: “Il mio punto di forza è la concentrazione, ma sono qui per migliorare e progredire”. Sei pronto ad apprendere i metodi italiani di allenamento? Domani puoi giocare col Nizza? “La preparazione per la gara di domani è stata intensa, sono pronto con il Nizza. La scuola francese e italiana sono diverse ma io sono disposto ad apprendere per imparare”. Com’è stata la negoziazione per portarti al Milan? “Maldini e Massara quando mi hanno contattato è stato emozionante, mi ha fatto piacere. Ho confermato sin da subito che ero pronto ad affrontare l’avventura con il Milan”. Sempre più portieri stranieri in Italia mentre gli italiani vanno all’estero… “Il Milan mi aiuterà moltissimo, mentre io aiuterò il club. La serie A è un campionato di grande professionisti, come io farò. La serie A mi aiuterà a crescere”. Quanto importante trovare tanti francesi al Milan? “E’ un’ottima cosa per l’inizio, ma sto imparando l’italiano, mi sto sforzando per capire e parlare l’italiano”. Com’è andata la trattativa a livello temporale? “Donnarumma ha fatto la sua storia al Milan, era giusto aspettare come si concludesse l’avventura col Milan. Ma è andato tutto bene ed ora sono qui” Com’è cambiato il ruolo di portiere: “Il calcio è cambiato, si è evoluto. Il ruolo principale resta lo stesso quello di evitare di prendere gol”. Le tue qualità e in cosa puoi migliorare? “Sono qui per crescere in tutti gli aspetti e l’esperienza di Dida mi può aiutare”. Altre squadre interessate come la Roma? “Sono stato contattato anche dalla Roma ma la trattativa con il Milan era già partita e poi ho chiuso con i rossoneri”. Analogie tra Gualtieri e Pioli? “Difficile fare un confronto, fanno lavorare entrambi la squadra molto intensamente e sono due grandi professionisti”.