Monza, Palladino: “Contro il Milan nessun timore”

Monza, Palladino: “Contro il Milan nessun timore”

Ottobre 21, 2022 Off Di Angelo Sorbello

Dopo aver vinto la sfida di Coppa Italia in casa dell’Udinese il Monza cerca il rilancio anche in campionato a San Siro contro il Milan. Partita difficile ma indubbiamente affascinante per la squadra di Raffaele Palladino. Ecco le sue dichiarazioni:

Il Monza fa fatica a segnare. Come state lavorando per migliorare questo aspetto?
“Non sono preoccupato per la fase realizzativa. Sono contento quando i gol arrivano anche dai centrocampisti, dagli esterni e non solo dagli attaccanti. Il gioco del Monza deve essere corale, poi è chiaro che le punte devono essere messe nelle condizioni migliori per poter incidere. Creiamo tante occasioni, non sono preoccupato sotto questo punto di vista e sono convinto che miglioreremo partita dopo partita”

Quali emozioni stai provando?
“Ha ragione Pioli, è una partita romantica. So quanto ci tengono Berlusconi e Galliani, non vedono l’ora che arrivi domani. Hanno fatto qualcosa di unico con il Milan che resterà negli annali del calcio. Non stiamo percependo questa atmosfera particolare, ci da grinta e voglia di affrontare bene questa sfida. Sarà bello giocarla in uno stadio tutto pieno”

Come ha vissuto il primo mese da allenatore del Monza?
“Sono felice, ho un grande gruppo che lavora sempre bene ed ha voglia di migliorarsi. Adesso affronteremo il Milan, vediamo quelle che saranno le scelte di formazione. Da qui fino alla sosta non dobbiamo esaltarci. Sappiamo che stiamo facendo bene ma siamo consapevoli che c’è ancora tanto da fare”

Questa vigilia, dal punto di vista emotivo, rischia di pesare per le aspettative?
“Non deve essere una zavorra o un peso questa partita. Ai miei calciatori ho detto che dobbiamo goderci questo periodo, deve esserci leggerezza mentale nel fare le cose e giocare a calcio. Queste partite sono belle da affrontare, danno visibilità e possono cambiare la storia di tutti noi. Possono cambiare le carriere gare come queste. Danno morale, voglia di giocarle e tante emozioni. Non dobbiamo mai perdere di vista il nostro obbiettivo: umiltà e determinazione al primo posto”

Come ha visto il Milan nell’ultimo periodo? Cosa si aspetta dalla squadra di Pioli?
“Ho visto la partita dove hanno vinto a Verona, ma negli ultimi giorni ho visto almeno 10 partite dei rossoneri. In questo momento è una delle migliori formazioni in Italia, giocano un calcio fantastico e lavorano per principi di gioco ed occupazione degli spazi. Complimenti a Pioli. Hanno tante risorse sia in campo che in panchina, è stato un divertimento studiarli perchè ho anche imparato tanto. Proveremo a fare la nostra gara, siamo consapevoli delle nostre qualità. Servirà anche un pizzico di leggerezza”

Per te è un sogno essere a San Siro da allenatore?
“Non mi aspettavo in 3 anni di riuscire ad arrivare a San Siro. Tre anni fa ho iniziato un percorso da affrontare, a partire dal settore giovanile. Poi fare giustamente la gavetta. Mi è cambiata la vita adesso è sono felicissimo, sto cercando di dare il meglio di me anche grazie all’esperienza che maturo ogni giorno insieme ai miei ragazzi. Izzo? Sta lavorando a parte, contro il Milan non ci sarà”

Cosa ha il Monza per provare a mettere in difficoltà il Milan?
“Ha organizzazione, senza dubbio. Ha anche una grande condizione fisica, in crescita. Abbiamo tenuto botta all’Udinese che è una squadra molto forte e faremo altrettanto con il Milan. La nostra idea è limitare le cose che fanno meglio e dopo cercheremo di giocare con voglia e coraggio, perchè non penseremo solamente a difendere ma vogliamo dare un senso a questa partita. Sono certo che i miei calciatori ce la metterano tutta per mettere in difficoltà il Milan”

Firmeresti per un pareggio?
“Per il mio carattere dico di no. A me interessa anche la prestazione oltre al risultato. Ho chiesto ai giocatori di godersi la giornata e le partite poi vanno giocate. Il calcio è imprevedibile, può succedere di tutto.”

Chi ha intenzione di schierare al posto di Rovella squalificato?
“Ho diverse soluzioni. Chiaramente per noi è un giocatore importante, però posso contare su tanti ragazzi come Bondo, Barberis ed altri. Sono tranquillo su chi andrà a prendere il suo posto perchè tutti mi danno garanzie. Devo solamente scegliere l’uomo giusto”