Roma, Mourinho: “Dobbiamo reagire dopo Udine”

Roma, Mourinho: “Dobbiamo reagire dopo Udine”

Settembre 7, 2022 Off Di Angelo Sorbello

Tra pochi minuti Josè Mourinho presenterà in conferenza stampa la prima partita del girone dell’Europa League contro il Ludogorets. Di seguito le sue parole in conferenza stampa:

La Roma è la favorita del girone?
“E’ difficile parlare di favoriti, delle volte esistono delle sorprese. Si potrebbe parlare di Roma e Betis nel girone, ma massimo rispetto per tutti perché il calcio europeo è diverso e con gap minori rispetto al passato. Arriviamo qui in forze con nessuna intenzione di risparmiare giocatori in vista del campionato. Rispettiamo il Ludogorets e vogliamo vincere”.

Come si aspetta che giocherà il Ludogorets?
“Difficile prevederlo, dobbiamo essere pronti a tutto. Partecipano alle competizioni europee ogni anno, sono un gruppo equilibrato e ci aspettiamo delle difficoltà. Non siamo qui in gita, c’è spazio per errori perché siamo al girone, ma se si inizia al meglio è più facile. Non vogliamo retrocedere in Conference, vogliamo andare avanti. Noi cercheremo di imporre il nostro gioco perché vogliamo vincere”.

Venite dal 4-0 con l’Udinese, cosa cambierà?
“Spero che domani si comincerà sullo 0-0 perché dopo pochi minuti eravamo già sotto di un gol. Quella con l’Udinese è un’eccezione, non la normalità. Anche per questo la mia reazione con i ragazzi è stata calma, la prestazione non era tale da giustificare un risultato così netto. Quella partita non è la normalità. Forse domani il Ludogorets vedrà quanto siamo arrabbiati e delusi”.

Come sta la squadra?
“Non voglio parlarne. Siamo qui per giocare a calcio, chi non è qui è perché ha dei problemi”.

La Roma torna in Europa dopo la vittoria in Conference, che sensazioni ha?
“Siamo in questa competizione per due motivi diversi: abbiamo vinto la Conference e siamo arrivati sesti in Serie A. Ci sono due motivi per cui siamo qui e lo meritiamo. Vogliamo andare avanti senza mettere obiettivi, senza dire di voler arrivare in finale. L’obiettivo che mettiamo è qualificarsi agli ottavi. Prima, però, c’è una partita che si gioca domani”.