Sampdoria, Giampaolo: “Partita determinante. Due squadre con diversi obiettivi”

Sampdoria, Giampaolo: “Partita determinante. Due squadre con diversi obiettivi”

Maggio 14, 2022 Off Di Angelo Sorbello

Il tecnico della Sampdoria Marco Giampaolo ha parlato ai canali ufficiali della società in vista del match di lunedì prossimo, calcio d’inizio alle 18.30 al “Ferraris”, contro la Fiorentina: “Lunedì abbiamo una partita determinante, una partita da all-in dove bisogna mettere sul tavolo tutto quello che si ha. Delicata, importante, direi determinante. Si prepara bene in settimana sempre, da un punto di vista tecnico, sulle cose da fare e sul piano psicologico c’è da fare poche filosofie, elucubrazioni mentali. Tutti sanno dell’importanza della gara, c’è da giocarla perchè può sancire aritmeticamente la nostra salvezza”. Che gara sarà? “E’ una partita dove si incontrano due squadre che hanno obiettivi. E quando entrambe giocano per gli obiettivi, le partite sono al massimo delle motivazioni per ognuno. Ognuno per le proprie. Poi il finale di campionato regala anche partite dove le motivazioni sono diverse ma noi dobbiamo contare solo ed esclusivamente sulla nostra senza stare a pensare alle altre. Non possiamo giocare le partite delle altre perchè altrimenti arriveremo a lunedì che avremo giocato le partite di tre o quattro squadre”. La lotta salvezza. “Le compagini che devono lottare per la salvezza sono diverse. Ad oggi, nessuno è fuori. Io penso che comunque, al di là di quelle che possono essere alcune diverse motivazioni, c’è sempre da ribadire in campo la propria forza, l’appartenenza, il rispetto per la maglia. E tutte quelle cose io ritengo siano importanti e ho sempre predicato alla mia squadra. Poi le partite si possono vincere o perdere ma gli atteggiamenti devono essere quelli giusti. Noi giochiamo una partita contro una squadra che ha obiettivi come la nostra, qualcun altro no ma questo non ci deve interessare. Dobbiamo andar dritti per quello che è il nostro obiettivo che è la partita di lunedì. Tutte le altre gare portano via solo energie e risorse dalle quali bisogna stare lontani”. Responsabilità? “Siamo carichi di responsabilità e dobbiamo assumercele a petto in fuori e testa alta. Non bisogna scappare da questo tipo di situazioni. E poi ci sono la storia, la passione e l’emozione della gente. Il club. Ognuno per le proprie competenze, le proprie responsabilità e anche per gli aspetti professionali”. I tifosi? “I tifosi ci sono sempre stati e ci saranno sempre. Sono una parte imprescindibile del movimento Samp. Conosco benissimo il supporto, l’attaccamento e quanta forza possono dare alla squadra che deve giocarsi partite importanti come quella di lunedì. Non smettono mai di ribadire quello che è lo spirito di appartenenza ai colori della Sampdoria”.