Serie A, il Verona supera 2-1 l’Empoli

Serie A, il Verona supera 2-1 l’Empoli

Novembre 22, 2021 Off Di Angelo Sorbello

Il primo posticipo della tredicesima giornata della serie A tra Verona e Empoli si è concluso con il punteggio di 2-1 in favore dei veneti. Il Verona segna negli ultimi minuti con Tameze e supera l’Empoli 2-1 avvicinando la zona europea. La squadra di Tudor ci ha creduto di più nel finale, trovado il gol al 91′ che permette ai gialloblu di sognare in grande. Gli azzurri hanno tenuto botta andando più volte vicini al gol del vantaggio ma incontrando gli interventi decisivi di Montipò poco prima del gol della vittoria finale. Gli allenatori confermano i moduli consolidati in questo inizio di campionato anche se Andreazzoli è costretto a cambiare i piani a causa del forfait di Cutrone colpito da un problema intestinale poco prima del fischio d’inizio al suo posto gioca Mancuso. Il Verona parte meglio e con maggiore foga agonistica,  un inizio che vede i gialloblu avere solo un netto predominio territoriale che non vede i veneti avere poche vere occasioni da gol. Il primo vero sussulto arriva infatti in area di rigore veronese, quando Faraoni totalmente in solitaria, stoppa la palla di petto facendola poi scivolare vistosamente sul braccio. Proteste non troppo accese per la chiara involontarietà, con il check che infatti conferma la regolarità dell’azione. Poi al 17′ è l’ex di turno, Henderson, a cercare l’eurogol da 40 metri colpendo un clamoroso incrocio dei pali a Montipò battuto. L’Empoli prende campo e al 23′ è Pinamonti a mangiarsi una clamorosa occasione a pochi metri dalla porta veronese su assist volante di un ispirato Di Francesco. Il Verona ha poi arginato bene la squadra di Andreazzoli puntando come sempre sull’ampiezza e sulla classe di Barak ma negli ultimi 20 metri la precisione non è di casa nella squadra di Tudor che infatti si arrabbia molto per la gestione della rifinitura da parte dei suoi. Almeno due/tre tiri finiscono abbondantemente alte sopra la traversa se pur calciate da ottima posizione. E il primo tempo si spegne tra il nervosismo per un arbitraggio troppo all’inglese e l’assenza di altre vere occasioni da ambo le parti. A inizio  ripresa, al 50′ arriva il vantaggio grazie a BarakTudor azzecca il cambio a fine primo tempo mandando in campo Lazovic al posto di Casale: l’esterno serbo scappa sulla sinistra e mette nel mezzo un perfetto cross con il trequartista ceco capace di girare sul secondo palo lontano dal potenziale intervento di Vicario. 1-0 e Verona che capitalizza la mole di gioco della prima frazione. Il Verona sembra in controllo e in effetti arriva al 62′ un’altra grande occasione con Caprari che per vie centrali prova la conclusione sul palo lontano esaltando i riflessi di Vicario. Ma proprio quando i gialloblu sembrano tranquilli, si riaccende l’Empoli che conquista il pari al 67′. Un pallone attraversa l’area e finisce dalle parti di Pinamonti che invece di calciare prova di piatto a trovare l’assist: Gunter pare in controllo ma il clamoroso liscio all’interno dell’area piccola permette a Romagnoli il più facile dei tap in. 1-1 e tutto da rifare. L’Empoli si sveglia anche grazie all’ingresso in campo di Bajrami che nel giro di cinque minuti si trova due volte nelle condizioni di calciare in porta, incontrando in entrambi i casi gli ottimi interventi di Montipò, piazzato benissimo. Il Verona risponde all’82’ con Faraoni che di testa sfrutta la torre di Barak per anticipare tutti senza però trovare la porta da posizione comunque defilato. Quando sembra tutto finito con le due squadre colpite da una pioggia fine e battente, è Tameze, il migliore in campo per il Verona, che viene pescato in area da Barak, a calciare forte in porta e a segnare il 2-1 grazie anche alla deviazione di Marchizza. Una vittoria che permette al Verona di sognare in grande a due soli punti da Juventus, Fiorentina e Lazio e in piena “corsa” per le zone nobili della classifica.