Serie A, la Roma vince a Empoli 2-1

Serie A, la Roma vince a Empoli 2-1

Settembre 12, 2022 Off Di Angelo Sorbello

Roma esce dal periodo difficile vincendo ma soffrendo: 1-2 al “Castellani” con un Dybala in cattedra. L’argentino inventa, segna e fa segnare. In mezzo un gol illusorio di Bandinelli, per un Empoli che ha provato fino all’ultimo a mettere il bastone tra le ruote dei giallorossi. Il vero dubbio della vigilia è legato al ruolo del centrocampista centrale al fianco di Matic, con Mourinho che decide di ribadire la fiducia a Cristante anziché lanciare Camara dal 1′. Pellegrini avanzato sulla trequarti assiema a Dybala, a supporto di Abraham, fasce obbligate con Celik e Spinazzola e solito pacchetto difensivo. Empoli con una sola novità rispetto a Salerno, con il ritorno dal 1′ di Razvan Marin a centrocampo. Dybala sblocca la sfida dopo 17′, raccoglie un pallone respinto da Luperto su traversone di Mancini, e con uno splendido tiro a giro di sinistro dalla distanza supera Vicario. Terzo gol in sei partite di campionato per il numero 21 dei giallorossi, che nei primi minuti di gara aveva centrato il palo da pochi passi. Legno che colpisce anche l’Empoli con Satriano, che al 24′ sfrutta un traversone di Parisi, anticipa sul tempo Ibanez e di testa supererebbe anche Rui Patricio, se non fosse per la mira sbagliata. Roma che scampato il pericolo tiene il pallino della partita e ha l’occasione in più occasioni per raddoppiare: tra il 30′ e il 32′ Pellegrini, Celik e Cristante hanno la palla del ko. Empoli tuttavia dignitoso, che tiene bene il campo. E dopo aver fatto le prove per il pari con una conclusione dalla distanza di Pjaca, trova l’1-1 al 43′ con Bandinelli. Stojanovic dalla destra crossa, il pallone attraversa l’area, rimbalza e trova sull’out opposto il centrocampista che di testa sorprende tutti, Rui Patricio compreso. Roma che non riesce a cambiare l’inerzia della partita e anzi rischia il sorpasso con Satriano, che manda fuori di poco ostacolato da Mancini. Giallorossi che però hanno dalla loro un campione come Dybala, che costruisce l’1-2 al 71′: la Joya dalla destra vince il duello con due difensori e crossa di sinistro trovando sull’out opposto Abraham per il tap-in. Secondo centro in campionato per l’inglese, fino a quel momento impalpabile. Lorenzo Pellegrini fallisce all’80’ il rigore che poteva portare la Roma sull’1-3. Massima punizione concessa per un fallo in area di Cacace su Ibanez. La conclusione del capitano è imprecisa e trova la traversa. E dal gol fallito si rischia il classico gol subito: Akpa Akpro, entrato a gara in corso, trova il palo dalla distanza all’84’. Tre minuti più tardi l’ivoriano si fa espellere, complice l’intervento del VAR, per un brutto intervento su Smalling. Termina così 1-2 al “Castellani”, con la Roma che si rimette in carreggiata e si porta a -1 dal trio di testa (Napoli, Atalanta e Milan). E domenica all’Olimpico la squadra di Mourinho affronterà proprio gli orobici, mentre la sera le altre due capolista si sfideranno. Empoli che torna a conoscere la sconfitta, che mancava dalla prima giornata a La Spezia. I toscani restano ancora a secco di vittorie, ma escono comunque a testa alta.