Serie A, poker del Milan al Monza

Serie A, poker del Milan al Monza

Ottobre 22, 2022 Off Di Angelo Sorbello

Il Milan forza 4. Dopo lo schiaffo nello scontro diretto contro il Napoli, i rossoneri hanno deciso di non perdere più un colpo. Nel derby lombardo contro il Monza le emozioni sono tante, come le belle notizie per Pioli, prima e durante la partita. Brahim Diaz veste i panni del trascinatore e fa doppietta, Origi alla prima da titolare si regala il primo gol in Serie A, Leao riposa, poi entra e la chiude insieme a Theo. In mezzo la punizione magistrale di Ranocchia, alla fine inutile per il risultato. Quarto successo di fila e vetta della classifica, a quota 26 punti, insieme al Napoli e in attesa del big match di domani tra gli azzurri la Roma. Per una notte Pioli è lassù: con un sorriso grande così.

La fiammata di Diaz
Comincia bene il Milan, subito all’attacco, col baricentro alto e la solita pressione continua nella metà campo avversaria. Fa la partita il Diavolo, il Monza prova a contenere e ripartire. E a passare sono i rossoneri, dopo poco più di un quarto d’ora, grazie a una bella azione in solitaria di Brahim Diaz, bravo a percuotere il campo centralmente, fino a dentro l’area di rigore, e trovare la zampata vincente in caduta che beffa Di Gregorio. Il Milan passa in vantaggio, il Monza prende lo schiaffo e si sveglia. Comincia ad attaccare di più, anche più del Milan stesso. Ci provano Caprari e Sensi da fuori, rendendosi pericolosi. Poi Carlos Augusto spreca una ghiottissima occasione di testa, incornando addosso a Tatarusanu da due passi. Siamo alla mezzora e la sensazione è che i brianzoli possano trovare il pareggio. Invece, poi, è la formazione di Pioli ad andare in rete, raddoppiando il distacco. Con chi? Il solito Diaz, al quarto gol consecutivo a San Siro, con un bel tiro a incrociare dopo aver mandato al bar Caldirola. E’ l’ultima emozione del primo tempo: Milan pratico e cinico, ma il Monza è ancora in partita. Il secondo tempo si apre con Kalulu al posto di Dest e Ranocchia per Barberis nel Monza. Rebic e Caprari ravvivano l’avvio, poi la brutta notizia: il migliore in campo, Brahim Diaz, si ferma e chiede il cambio; entra De Ketelaere, che ad oggi non è al suo livello. Ne arriva poi una bella, di notizia: la prima volta in Serie A di Divock Origi. Imbeccato da Messias, con un bolide da fuori area il belga fa festa. C’è poi un capolavoro balistico di Ranocchia a riaprire la partita, a venti minuti dalla fine: calcio di punizione dai trenta metri che finisce all’angolino dopo un bacio al palo, bellissimo da vedere. Nel frattempo nel Milan entra anche Leao al posto di Rebic ed è proprio il portoghese a mettere la parola ‘fine’ sulla partita: a sei dalla fine Antov sbaglia, Theo ne approfitta e ricama per l’ex Lille, perfetto a trasformare un rigore in movimento. Finisce così, 4-1, con un Milan alla quarta vittoria consecutiva. Meritata.