Serie A, poker del Napoli davvero inarrestabile

Serie A, poker del Napoli davvero inarrestabile

Ottobre 29, 2022 Off Di Angelo Sorbello

13 vittorie consecutive: fa spavento soltanto a dirlo. Il Napoli è letteralmente “ingiocabile”, aveva ragione Alessio Dionisi quando l’ha detto in conferenza stampa. Al Maradona non c’è storia: la compagine abbattono anche il Sassuolo e volano a +6 (temporaneamente) sul Milan, sempre più capolista e dominatrice della Serie A. Grazie a super-Osimhen, autore di una tripletta, al solito Kvaratskhelia, due assist e un gol, ma soprattutto una prova corale ancora una volta eccezionale. Il Napoli mette subito l’ipoteca sul match. Ci mette appena tre minuti, pochi secondi in più, a passare in vantaggio. Con la quarta firma di fila di Osimhen, su assist del solito Kvaratskhelia e una bella giocata di capitan Di Lorenzo. Il Napoli è bello tutto, da cima a fondo, da un terzino all’altro. Mario Rui s’inventa un destro complicatissimo e centra la traversa, ma per il 2-0 bisogna attendere appena il 20′. La griffe? Sì, sempre quella: Osimhen. E a rifinire ancora Kvara. L’asse perfetto di questo Napoli. Il Sassuolo mette il muso dall’altro lato, va anche vicino al gol con Thortsvedt e Pinamonti, le uniche due folate di un primo tempo senza storia. Perchè poi è ancora tanto Napoli. Osimhen accarezza la tripletta alla mezzora, pochi minuti dopo il colpo del 3-0 lo scaglia Kvaratskhelia: da assist-man a finalizzatore, con Mario Rui ancora ispirato e a ispirare. Due assist e un gol, i primi 45′ di Napoli-Sassuolo sono un altro show del georgiano. Tra lui e Osimhen Spalletti va negli spogliatoi al settimo cielo. Cambia la frazione, non quello che accade in campo. Il Napoli continua a fare la partita, ma trova meno imbucate e cambia il centrocampo, con Anguissa e Zielinski fuori gira un po’ più lento. Il Sassuolo si rende pericoloso prima con Pinamonti e poi con Frattesi, con due occasioni in una decina di minuti che però non spaventano il Napoli. Ancora Frattesi, il migliore dei suoi, colleziona una palla gol, eppure pare che gli azzurri non sentano mai pressione. E infatti alla fine è ancora la formazione di Spalletti a trovare la via del gol. A un quarto d’ora dalla fine, Osimhen si regala la tripletta e rifila il 4-0 al Sassuolo, sfruttando un errore degli avversari in fase di palleggio e battendo Consigli con lo scavetto: quota 7 in campionato, co-capocannoniere con Arnautovic. Nel finale viene espulso Laurienté e il Napoli sfiora il 5-0 un paio di volte. Si chiude così il match, con il Maradona giustamente in festa.