Serie C, ora cosa accadrà con l’esclusione del Catania?

Aprile 11, 2022 Off Di Angelo Sorbello

tempistiche sicuramente diverse, ma sabato pomeriggio, con l’esclusione del Catania dal campionato di Serie C 2021-22, si è rivissuta la situazione che nella stagione 2020-2021 si era vista con l’estromissione del Trapani dal torneo. Sempre nel Girone C di terza serie, ma allora era la 2° giornata, sabato… la 36^. Si stava quindi giocando il terzultimo confronto al termine della regular season.

Al netto di quelle che potrebbero essere le considerazioni sulla questione, si apre anche un altro caso, quello di retrocessioni e playout in un raggruppamento che, a differenza degli altri due, presenta un numero dispari di formazioni (19, per l’esattezza). La logica vorrebbe che si segua il percorso del precedente campionato, che non ha visto retrocessioni dirette solo in quel girone ma playout, con due retrocessioni invece di tre.
Ecco quindi che anche l’ultima classificata, in questo caso la Vibonese, avrebbe l’opportunità – mediante spareggi – di conservare la categoria.
Con il Taranto, prima squadra attualmente fuori dalla griglia playout, matematicamente salvo, dato che ha un distacco già ampiamente maggiore di 8 punti dalla già citata Vibonese (punti ovviamente non compensabili nelle due gare rimaste)
.

Di seguito, la graduatoria attuale del Girone C:

BARI 74Palermo 63, Avellino 61, Catanzaro 58**, Monopoli 55, Virtus Francavilla 55**, Monterosi 50, Foggia 48* **, Juve Stabia 47, Picerno 46, Turris 43**, Campobasso 43, Latina 41**, ACR Messina 39, Taranto 37**, Potenza 35, Fidelis Andria 29, Paganese 26, Vibonese 21

* due punti di penalizzazione
** una gara in meno