Serie C playoff, vigilia di Feralpisalo’-Palermo

Serie C playoff, vigilia di Feralpisalo’-Palermo

Maggio 28, 2022 Off Di Angelo Sorbello

Vigilia di gara per il Palermo, che domani se la vedrà contro la Feralpisalò in occasione della semifinale di ritorno dei playoff: dopo il 3-0 dell’andata i rosanero hanno messo una seria ipoteca sulla finalissima, ma comunque è tutto ancora da scrivere. Della partita, come riporta mediagol.it, ne ha parlato mister Silvio Baldini: “Questa squadra ha capito che deve giocare per la prestazione. Dobbiamo cercare di fare le cose giuste rimanendo concentrati e lucidi e avendo delle idee. Se io ti do una mela e tu mi dai una mela abbiamo sempre una mela per uno. Se entrambi ci diamo invece un’idea diversa abbiamo due idee a testa. Quando si va in campo bisogna avere le idee per sapere come fare a risolvere determinate situazioni. Senza idee diventa difficile ottenere il massimo. Non è ancora finita, non ho mai cercato di far rilassare la squadra. Siamo a un passo dalla finale, preferisco sapere che gli avversari non hanno nulla da perdere. Dalla nostra prospettiva se siamo sempre gli stessi con la stessa fame tre gol di vantaggio sono tanti, ma siccome sappiamo che nella mente può succedere di tutto, stiamo lavorando come se avessimo perso a Salò”. Andando poi alla formazione: “Turnover? Dipende cosa vuol dire gestire. A Salò avevamo un giorno in meno di recupero, ma nonostante questo abbiamo fatto una prestazione maiuscola. Questo è un torneo, non un campionato. La forza interiore sapendo che l’obiettivo è vicino non ti fa sentire la fatica. Si recupera velocemente, i ragazzi si curano, mangiano e dormono bene. In campionato è diverso, un giocatore prende un caffè di più o dorme un’ora in meno. Capitolo diffide? Certamente è come la partita di Bari. Se per caso la partita si mette bene per noi certi giocatori andranno tutelati. Bisognerà far qualcosa per evitare di prendere ammonizioni banali”. Sulla partita: “Quello che farà la Feralpisalò non lo so, loro hanno diritto di presentarsi qua con qualunque spirito. A me interessa che noi non ci culleremo, dobbiamo mettere la faccia in campo perché ci sono 35 mila persone che vogliono vedere questo. Tramite le nostre prestazioni anche loro sentono il sogno avvicinarsi. Noi abbiamo lavorato nella maniera giusta, sarà una partita equilibrata ma noi cercheremo di sfruttare anche il fattore campoC’è chi prima ti dava per morto, ora magari dicono che al 90% vinciamo noi.