Under 21, Italia beffata nel recupero è 1-1 contro la Svezia

Under 21, Italia beffata nel recupero è 1-1 contro la Svezia

Ottobre 12, 2021 Off Di Angelo Sorbello

Una beffa clamorosa. Finisce 1-1 tra Italia e Svezia nelle qualificazioni valide per il campionato europeo under 21. La rete del pareggio è arrivata in pieno recupero con Prica, abile a sfruttare una disattenzione difensiva della difesa azzurra. Inutile il gol messo a segno dal solito Lucca, gli uomini di Nicolato crollano nel finale e buttano via due punti nello scontro diretto per il primo posto. Troppe occasioni sciupate e un pareggio che risponde alle solite logiche del “gol sbagliato-gol subito”. Difficile digerire un risultato simile, ma in campo internazionale non si finisce mai di imparare. Nicolato recupera in extremis Lucca, che si era allenato a parte nei giorni scorsi, e manda in campo il 4-3-3 atipico con Vignato e Colombo a supporto del numero 9. A centrocampo spazio al trio Tonali-Esposito-Rovella, con la coppia Okoli-Lovato a protezione di Turati. Bellanova e Udogie si piazzano sui lati per completare il pacchetto difensivo. Il ct svedese Poya Asbaghi manda schiera un 4-4-2 con Sarr e Hajal in attacco. Tanta intensità e dinamismo nella prima frazione di gioco, con l’Italia subito in attacco spinta dal pubblico di casa: dopo 8’ Vignato tenta la conclusione al volo su traversone di Bellanova, Brolin è attento e respinge di piede. Passa soltanto qualche minuto e Sandro Tonali si inventa una conclusione di punta dopo uno slalom per vie centrali: tiro poco angolato, il numero uno della Svezia blocca senza problemi. Sarà che l’attenzione mediatica è tutta su Lorenzo Lucca, ma l’attaccante del Pisa non delude nemmeno questa volta. Servono un paio di conclusioni fuori misura per svegliare il gioiello nerazzurro: al 42′ Rovella calcia in porta, la palla prima di finire nello specchio arriva proprio all’attaccante azzurro che anticipa tutti e sblocca il punteggio. Nella ripresa la squadra di Nicolato fatica parecchio. Colombo prova a suonare la carica, ma la sua conclusione si perde in curva. Qualche minuto più tardi gli azzurri rischiano, Elanga spaventa Turati con una conclusione da lontano che sorvola la traversa. Al 71′ Rovella si divora un gol praticamente fatto: partito in contropiede dopo una disattenzione della difesa svedese, il numero 10 si fa ipnotizzare dall’uscita di Brolin. Sull’azione successiva Tonali trova Colombo sugli sviluppi di un corner, il colpo di testa del numero 7 si perde però sul fondo. In pieno recupero Piccoli ha la palla del ko, ancora una volta Brolin salva tutto. Nel finale succede l’impensabile: Holm viene servito sul filo del fuorigioco e scodella un pallone all’indietro che scavalca Turati. Prica deve soltanto spingere la palla in porta, gli azzurri non riescono nemmeno ad abbozzare una reazione. Finisce 1-1, con tanto rammarico per due punti gettati al vento.

Classifica Gruppo F: Svezia 11, Italia 10, Montenegro 7, Irlanda 7, Bosnia 5, Lussemburgo 1.