Verona, Bocchetti: “È importante ripartire”

Verona, Bocchetti: “È importante ripartire”

Novembre 12, 2022 Off Di Angelo Sorbello

Salvatore Bocchetti presenta in conferenza stampa il match con i liguri: vi proponiamo di seguito, con una diretta scritta, tutte le sue dichiarazioni.

Al di là del gioco espresso, ha ritrovato il suo Verona contro la Juve.
“Sono contento, mi aspettavo una grande reazione dopo le ultime partite. Dopo la partita ho avuto una reazione abbastanza umana, per una serie di eventi ero un po’ caldo. Adesso è inutile sprecare energie per queste cose, sulle quali non possiamo incidere. Dobbiamo solo pensare a noi stessi e fare un grande risultato domani”.

Facendo due calcoli, dovete viaggiare a circa un punto a partita.
“Credo nei ragazzi. Il percorso è difficile, ma noi ci crediamo e ce la mettiamo tutta. Vedo la grinta che i ragazzi mettono in allenamento e in partita. Posso solo essere contento e continuare questo lavoro”.

Per domani è stato designato un arbitro internazionale. Cosa pensa dei commenti degli ultimi giorni sulle scelte di Di Bello?
“Penso solo a fare bene con la squadra e cercare di trasmetterle carica. Ho avuto una reazione umana, ma bisogna pensare a domani”.

Domani punterà ancora sui giovani?
“Ho avuto risposte molto positive. Nella rifinitura vedrò come avranno recuperato i ragazzi, e in base a quello sceglierò la formazione migliore”.

Doveste vincere, vi avvicinereste molto alla zona salvezza. È una finale?
“È una partita fondamentale, per noi è un bivio. Ma nessuna squadra è retrocessa a novembre. Sarà importantissima, dobbiamo dare tutto, ma non retrocediamo a novembre. Lo scorso anno la lotta salvezza si è decisa all’ultima giornata. Testa a domani, dovremo fare una grande gara”.

Che avversario si aspetta di trovare?
“Lo Spezia è una squadra forte. Sarà uno scontro diretto per entrambe: nell’ultima giornata hanno dimostrato di essere forti, hanno messo in difficoltà il Milan e fatto una grande gara con l’Udinese… Dovremo stare attenti, ma noi ce la metteremo tutta”.

C’è il rischio di caricarla troppo domani?
“Per noi è una grandissima sfida, un punto di svolta se vogliamo. Ma non dobbiamo caricarla troppo: sappiamo che sarà importante e difficilissima, daremo tutto”.

Quanti minuti ha nelle gambe Ilic?
“Dobbiamo vedere oggi in rifinitura, ha fatto solo qualche allenamento con la squadra. Domani dovremo mettere i giocatori più in forma”.

Quanto può contare la spregiudicatezza dei giovani?
“Ho sempre contato su di loro. Siamo un gruppo unico, lavorano tutti alla grande e i ragazzi si mettono a disposizione. Per me non è un problema schierarli: oggi valuteremo le loro risposte a livello fisico. Lo Spezia è una buona squadra, sarà una partita difficile, non dimentichiamo che loro hanno avuto due giorni in più per recuperare”.

Ilic, Lazovic, Hrustic e Hongla non ci saranno durante la sosta. L’australiano ha recuperato?
“Sì, sarà tra i convocati. Oggi abbiamo la rifinitura: ieri Ajdin si è allenato molto bene, vediamo le indicazioni che raccoglierò”.

Cos’ha Coppola? Quanto ci vorrà perché rientri?
“L’infortunio è stato abbastanza grave, al flessore. Non lo vedremo domani, ma su di lui conto molto: lo conosco da tempo, so cosa può dare alla squadra, può essere un nuovo acquisto a gennaio”.

Durante la sosta farà una sorta di nuova preparazione?
“Avremo tempo di lavorare bene, ma i miei pensieri sono solo su domani: per noi sarà fondamentale, per provare a dare una svolta al campionato”.